Vestiti bambini

BAMBINI CHE CRESCONO: VESTITI CHE INDOSSANO

I bambini crescono “anche” durante il Coronavirus. Ma noi mamme così sensibili ad alimentazione, attività sportive e quant’altro, ci preoccupiamo abbastanza di cosa indossano i nostri bambini?

Annalisa, mamma e imprenditrice italiana che lavora nel settore fashion, ci pone difronte ad quesito importante. 

Ricorderemo tante, troppe cose di questa emergenza che stiamo vivendo. Il lockdown generalizzato, paralizzante, la paura e la tristezza, i giorni che passano chiusi in casa e…i bambini.

I bambini crescono e i vestiti diventano una necessità primaria…

Il tema bambini, dopo la chiusura delle scuole, è stato politicamente e socialmente accantonato, per poi tornare agli onori della cronaca per una ragione tanto ovvia quanto urgente: i negozi di abbigliamento chiusi e l’impossibilità di acquistare nuove tutine, pigiamini, body e vestitini per i piccoli, che, com’è noto, crescono alla velocità delle stagioni che passano.

Ebbene sì, a noi mamme disperate, che ci siamo ritrovate ad essere cuoche, educatrici, animatrici, varie ed eventuali, è successo che finalmente qualcuno abbia prestato ascolto su un tema alquanto strano alle orecchie altrui.

La chiusura di gran parte delle attività produttive, distributive e del commercio al dettaglio, il ridimensionamento dei sistemi logistici e di spedizione rallenta anche le illimitate possibilità dell’e-commerce. Ed ecco che il governo risponde finalmente di SI alla riapertura.

Bambini e vestiti: le scelte delle mamme…

Ho seguito con interesse gli innumerevoli post sui social, nelle pagine dedicate alle mamme sulla questione. L’ho fatto principalmente per capire su cosa si orientassero le scelte delle madri, quale fosse l’esigenza primaria, il prodotto più richiesto. Ho visto venire fuori sempre le stesse risposte e sempre gli stessi nomi. Quelli del fast fashion, certo.

Scarsa sensibilizzazione: ecco perché non ci preoccupiamo!

E’ facile capirne il perché: sono i brand più commerciali, più distribuiti, con i prezzi più competitivi ma….c’è un MA. Stiamo parlando di bambini, di neonati per lo più, e fa effetto pensare che nel 2020 siano ancora poche le mamme che si preoccupano di cercare il prodotto giusto, quello che fa la differenza sulla pelle dei piccoli. Ora direte che la situazione è di emergenza e che ci si arrangia.

vestiti bambini

Invece io credo che, di fondo, ci sia una scarsa sensibilizzazione oltre che una pressoché nulla informazione sul tema.

Ci preoccupiamo, giustamente, di cosa mangino i nostri figli, controlliamo meticolosamente la provenienza dei cibi, che la loro dieta sia varia ed equilibrata, che il cibo sia biologico, a km 0, ecc. Ci facciamo in quattro perché pratichino 1000 sport e altrettante attività ricreative per sviluppare il loro corpo e la loro mente,  prima, durante e dopo la quarantena, ma poche ancora si chiedono: “cosa c’è nei vestiti che sto mettendo addosso a mio figlio?”, “da dove arrivano questi prodotti che gli faccio indossare?”, “chi li produce?”, “come fanno a costare così poco?”.

Ci poniamo le giuste domande rispetto all’abbigliamento scelto?

Ecco da mamme responsabili, poniamoci queste domande!

Quel body, che non è prodotto in Italia e costa €5…si proprio quello che stiamo mettendo sulla pelle delicata del nostro neonato, viene prodotto secondo le procedure e i più alti standard, accettati e riconosciuti nel nostro Paese? Quello che stiamo risparmiando sul prezzo del body da €10 che indosserà nostro figlio, lo starà forse pagando un bambino di 10 anni dall’altra partedel mondo.

vestiti bambina

Al tempo del coronavirus è lecito chiedersi dove comprare vestiti per i propri bambini che crescono, ma al tempo del coronavirus, al tempo in cui “la salute prima di tutto”, è importante porsi anche altre domande su quei vestiti e pretendere di ricevere risposte chiare e convincenti. Anche da chi li vende.

(Visited 49 times, 1 visits today)

MAMME, moda


Mamme e papà

Storie, racconti e riflessioni di mamme e papà. Uno spazio dedicato alla condivisione di pensieri e opinioni sul mondo della genitorialità e dei bambini. Se hai voglia anche tu di raccontarti, scrivi a info@mimom.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COPYRIGHT © 2019 MIMOM MAG
logo sernicola sviluppo web milano