comunicare efficacemente

COMUNICARE EFFICACEMENTE: COME FARLO PER INSTAURARE RELAZIONI POSITIVE!

Comunicare efficacemente? Abbiamo parlato con Manuela Raffeiner, Coach Professionista esperta nell’utilizzo delle tecniche del cambiamento della Programmazione Neuro-Linguistica, di come la qualità della comunicazione sia fondamentale per costruire relazioni efficaci.


Ogni giorno entriamo in relazione con persone molto diverse tra loro: dai colleghi di lavoro, agli amici, ai semplici conoscenti, ai familiari, alla cassiera del supermercato, e chi più ne ha più ne metta. Ovviamente certe relazioni non sono particolarmente impegnative, ed infatti non le consideriamo nemmeno tali. La riflessione che bisogna fare sulla qualità delle proprie relazioni diventa invece importante nei contesti amicali, familiari e lavorativi. Come possiamo comunicare efficacemente?

Comunicare efficacemente: qualità e modo d’interazione

Partiamo dal presupposto che per avere delle relazioni efficaci tutto parte dalla qualità della comunicazione, dal modo in cui interagiamo con gli altri. Dal latino comunicare vuol dire mettere in comune, tecnicamente possiamo dire che la comunicazione è l’insieme dei segni e dei messaggi che utilizziamo per trasferire informazioni, emozioni e sentimenti, i quali permettono appunto di entrare in relazione con soggetti esterni a noi.
Un aspetto fondamentale, ma di cui non ci si rende conto, è il fatto che non si può non comunicare! L’errore più comune è pensare che se si sta zitti non si comunica niente. Non tutti sanno invece che ciò che viene detto rappresenta solo il 7% all’interno del processo della comunicazione.

Comunicare efficacemente

L’importanza della comunicazione non verbale e para verbale

La parte più importante, quella che esprime davvero ciò che si pensa, è invece la comunicazione non verbale, la quale rappresenta ben il 55%. Essa si esprime attraverso la postura del corpo, i movimenti, la posizione nello spazio, ecc..

Un’altra variabile molto importante è poi il linguaggio para-verbale, (38%), il quale si esprime col tono della voce, la velocità, la dizione, il timbro, il volume, ecc. Risulta quindi chiaro quanto poco importante sia ciò che si dice rispetto al modo in cui lo si fa. Se dico che sono tranquilla mentre parlo velocemente, ho un tono della voce molto alto e non mi fermo un attimo mentre parlo, il messaggio che passa non è sicuramente di tranquillità. Se dico a mio figlio che lo accolgo e lo capisco, tenendo le braccia conserte e le gambe accavallate, magari senza guardarlo negli occhi, il risultato è che non si sentirà né capito né accolto.

Per avere quindi delle relazioni efficaci è importantissimo prima accorgersi del proprio modo di comunicare.

 

Per comunicare bene bisogna saper ascoltare e comprendere l’altro

Oltre a ciò è importante capire che una relazione davvero efficace si ha solo quando la comunicazione sostiene e soddisfa i bisogni l’uno dell’altro. Bisogni come il contatto emotivo, l’essere compresi, il sentirsi accolti, il bisogno di incontro e di confronto, il bisogno di essere riconosciuti, sostenuti ed apprezzati ed il bisogno di dare e ricevere di fiducia. Questi bisogni sono universali e sono comuni a tutti, a prescindere dall’età, dal sesso o dalla provenienza. Per riconoscerli occorre ascoltare con attenzione le propri emozioni, le quali ci segnalano in continuazione ciò di cui abbiamo bisogno. Sta a noi riconoscerli, accettarli e gestirli in modo funzionale all’interno delle relazioni.

Comunicare efficacemente: cosa fare per instaurare relazioni positive e durature nel tempo

Per farlo bisogna fare attenzione a diversi aspetti:

  • Nel linguaggio verbale è importante ascoltare attentamente il nostro interlocutore; essere specifici (la tendenza a generalizzare porta a non assumersi le proprie responsabilità); usare correttamente le parole ed in maniera positiva (evitare dove possibile il “non”); uscire dal circolo vizioso della difesa/attacco; mantenere l’equilibrio tra detto ed ascoltato, e quindi gestire l’ansia di intervenire a tutti costi, di convincere, di argomentare le proprie ragioni o su questioni non richieste; utilizzare la prima persona singolare parlando di sé e di come ci ci sente;
  • Nel linguaggio non verbale è importante osservare la respirazione (propria e altrui); la postura, quindi mantenere un atteggiamento aperto e asimmetrico; i confini, le distanze e la gestualità;
  • Nel linguaggio para-verbale bisogna invece utilizzare un tono base neutro, un ritmo del discorso non troppo veloce ma nemmeno troppo lento e, molto importante, mantenere il contatto visivo.
    Sicuramente tutto ciò comporta una buona capacità di osservazione di sé stessi e degli altri e la capacità di entrare in empatia con l’altro.

 

Comunicare efficacemente: riassumiamo gli aspetti più importanti di cui tener conto

  • Riconoscere ed entrare nel mondo dell’altro (essendo che la realtà di ognuno è soggettiva e quindi non è scontato che corrisponda alla propria);
  • Essere sempre autentici, onesti e trasparenti;
  • Non mettersi in una posizione di accondiscendenza o al contrario di contrapposizione;
  • Essere consapevoli di ciò che si sente e si pensa, esprimendolo in maniera compatibile con la possibilità che l’altro lo accolga e lo accetti;
  • Allo stesso modo riconoscere ciò che pensa e prova l’altro;
  • Mantenere sempre il rispetto verso sé stessi e verso l’altro;
  • Saper dire dei si e dei no autentici;
  • Essere chiari e coincisi;
  • Utilizzare “l’io messaggio”, ovvero dire ciò che quel particolare comportamento o quella frase ha scatenato in noi senza giudicare la persona.

Il Coaching è uno strumento concreto ed efficace che ti permette di individuare il proprio stile comunicativo ed aiuta a migliorare la qualità delle relazioni. MRC Training si rivolge in particolare ai genitori di ragazzi/e adolescenti per facilitare il processo comunicativo all’interna del nucleo famigliare e instaurare così una relazione con i propri figli solida e basata sulla fiducia ed il rispetto reciproco.

 

———————————————————————————————————————————————————

PUBBLIREDAZIONALE

(Visited 235 times, 1 visits today)

EDUCAZIONE, FAMIGLIA, GENITORIALITA'


Mimom Mag

Mimom Mag nasce dall'idea di creare una community di sharing experience dedicata a genitori moderni. Un magazine di condivisione, informazione e racconti dal quale trarre ispirazione. "Be Mom, Be Cool, Be Modern" 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I NOSTRI PARTNER

  • Mamme in mostra
  • Bim
  • WIND ROSE
    COPYRIGHT © 2020 MIMOM MAG
    logo sernicola sviluppo web milano