RICICLO ABITI: SOLUZIONI E ALTERNATIVE COOL

Scritto da Alessandra Ziccolella il .

Riciclo abiti e accessori: una scelta decisamente green e consapevole che oggi più che mai sta tornando di gran tendenza andando contro l’enorme produzione del Fast Fashion. Ce ne parla oggi Alessandra, Founder di Cocotte Bebè.

La cosa peggiore che possiamo fare con un vestito è.. buttarlo! Non sono qui per parlarti di Fast Fashion oggi. Sono qui per ricordarti alcuni accorgimenti facili che possono alleggerire le problematiche quotidiane della nostra vita e del nostro futuro. E’ importante essere informati e dirigere le nostre scelte verso il rispetto del lavoratore e del pianeta. Ogni volta che acquistiamo stiamo facendo una scelta, e ad ogni nostra azione corrisponde una conseguenza più o meno impattante per il nostro salvadanaio e la nostra salute. In qualità di consumatori abbiamo un enorme potere e anche tante responsabilità. Per questo il riciclo di abiti è molto importante sia per noi che per il futuro dei nostri bambini!

Acquista con consapevolezza

vestiti usati
Photo by Sylvie Tittel on Unsplash

Se ci pensi bene, non hai bisogno di tanti vestiti. Puoi creare outfit diversi e di tendenza con pochi capi. Troverai on-line tantissimi suggerimenti e video divertenti. Quando fai shopping privilegia capi di base di alta qualità realizzati da marchi responsabili. Presta attenzione alla loro composizione e alle informazioni riguardanti la produzione. Un prezzo troppo basso spesso nasconde i disagi di altre persone che lavorano per noi.

Abbi cura del tuo guardaroba

Come sopravvivere al cambio di stagione

La prima mossa da compiere per assicurarsi un capo in buone condizioni è la cura adeguata del prodotto. Leggi con attenzione le indicazioni di lavaggio e di stiratura. Prediligi l’asciugatura all’aria aperta quando è possibile. Non impostare temperature altissime per il lavaggio in lavatrice: venti gradi e un detersivo ecologico di qualità sono sufficienti ad assicurarsi un’ottima pulizia. Ma per i dettagli ti rimando al mio articolo precedente

Riciclo abiti: recupera più che puoi

Sono sicura che tutti abbiamo una buona dose di base di creatività. Ciò che ci manca è la capacità, e a volte il coraggio, di tirarla fuori! Un buchino in un maglione non può decretarne la fine. Sbizzarrisciti con adesivi, rattoppi, perline e merletti. Anche su questo argomento il web è pieno di video tutorial da seguire. Inoltre, in merceria troverai personale specializzato pronto a darti il consiglio ideale e tu non dovrai rinunciare a nulla.

Partecipa ad uno Swap Party


E’ arrivata anche in Italia questa tendenza anglosassone dello Swap party. Non è un mercatino dell’usato, ma una vera e propria festa dove bisogna divertirsi e scambiare. Cosa? Vestiti, accessori o anche mobili. Purché si tratti di oggetti in buono stato, questo evento può essere l’occasione giusta per non sprecare e risparmiare un po’ di soldini. Come prima cosa cerca un ambiente spazioso, accogliente e con uno spazio destinato al camerino. Puoi affittare una sala oppure organizzare tutto nella tua casa. Un buon buffet, della bella musica e tanti cartoncini colorati. Ogni invitato porterà con sé dei capi che non usa più e per ognuno di essi verrà attribuito un colore a seconda del valore. Questo faciliterà uno scambio equo e rapido. E di tutto quello che ne avanza? Si può donare ad una Onlus.

Riciclo abiti e aste tra amici


Quando vivevo a Lione, ho avuto il piacere di partecipare a tantissime occasioni di ‘vente aux enchères fait maison’. Generalmente in occasione di un trasloco si organizzava una festa/asta privata a cui potevano partecipare gli amici e i conoscenti più stretti. Tra un bicchiere di vino e qualche risata, a pochi euro potevi acquistare una bella lampada da scrivania, una giacca impermeabile o un buon pacco di pasta italiana. In pochi minuti l’appartamento del venditore per una sera si svuotava, e il trasloco si faceva meno faticoso e dispendioso. Si tornava a casa divertiti e con nuovi oggetti utili e legati al ricordo di una bella serata. Io stessa, ne organizzai uno prima di rientrare in Italia: sparì tutto nel giro di poche ore, dal fromage rapè al jeans super skinny

Quando proprio non sai che farne, non gettare i tuoi vestiti in disuso o rovinati nella spazzatura.

Ci sono aziende specializzate pronte a ritirali. Sarà loro compito decidere se potranno essere parzialmente o totalmente recuperati, o se invece sono da smaltire. In tal caso i capi vengono triturati e trasformati per esempio in materiali da costruzione e ambientali. Un processo di questo tipo garantisce un utilizzo ridotto di energia, di acqua, di sostanze chimiche e tanto altro ancora.

Riciclo abiti e accessori: parlane con gli altri…


Da sempre il passaparola è il metodo più funzionale a divulgare messaggi, consigli e informazioni utili. Non temere di sentirti poco interessante: parlare delle nostre responsabilità riguardo il pianeta che stiamo lasciando ai nostri piccoli è soltanto un atto da premiare. Racconta quello che hai letto qui ai tuoi amici, e se ti vengono nuove idee non esitare a condividerle con me nei commenti qui sotto! Io intanto ti ricordo che: nel rispetto della natura ci sono piccoli accorgimenti facili da seguire nella quotidianità. Ecco alcuni esempi:

  1. Indossare i vestiti per più di una volta
  2. Utilizzate detersivi naturali o almeno parzialmente ecologici
  3. Lavare a mano (ove e quando possibile)
  4. Fare asciugare all’aria aperta (per i più fortunati)
  5. Caricare correttamente la lavatrice
  6. Ridurre l’uso del ferro da stiro

Sono Mamma Cocotte, ho fondato un brand di abbigliamento artigianale Cocotte Bebè per la prima infanzia e non vedo l’ora di suggerirti quanti più consigli possibili per poter risparmiare tempo, energia e.. denaro

Commenti (3)

  • Bellissimo articolo ,ben vengano idee innovative per la sostenibilità green e ben vengano anche le persone che come mamma cocotte si impegna in questo senso ..Bisogna educare le nuove generazioni a mettere in atto questi accorgimenti così ben esposti .. Grazieeee MAMMA COCOTTE per i tuoi bellissimi suggerimenti. Spero di leggere ancora tanti bei suggerimenti.

  • Grazie dei consigli davvero preziosi! Secondo me dovrebbero essere stampati e messi in un quadro in tutte le case. Così prima di buttare tutto ci ripensiamo! I nostri gesti sono così quotidiani che non ci rendiamo conto dei danni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

(Visited 89 times, 2 visits today)

I NOSTRI PARTNER

  • Bim

    COPYRIGHT © MIMOM MAG

    logo sernicola sviluppo web milano