PAVIMENTO PELVICO: CHE COS’È E A COSA SERVE

Scritto da Martina – La personal Trainer delle mamme il .

Oggi insieme a Martina, la personal trainer delle mamme, parleremo del tanto discusso pavimento pelvico o perineo.

Il pavimento pelvico è un insieme di muscoli che hanno la funzione si sorreggere i nostri visceri pelvici come ad esempio la vescica, uretra, utero, canale vaginale ,retto e canale anale. Il perineo insieme ai muscoli del diaframma respiratorio e i muscoli addominali costituisce una delimitazione della pelvi. Dobbiamo immaginare la muscolatura del pavimento pelvico come un’amaca situata nella parte inferiore del nostro bacino predisposta proprio a sorreggere.

Perineo e gravidanza

Non tutte le donne conoscono il pavimento pelvico e spesso solo durante la gravidanza ne vengono a conoscenza. Infatti proprio la gravidanza è spesso un’occasione per prenderne coscienza, tonificarlo e per prevenire eventuali problemi di incontinenza, prolassi e disturbi sessuali.

Possiamo dire che il pavimento pelvico è costituito da vari strati:

  • Strato dei muscoli sfinterici e superficiali
  • Diaframma uro-genitale
  • Diaframma pelvico

Pavimento pelvico

Parlando in modo generico è molto importante per la donna imparare a percepire e attivare il pavimento pelvico sia prima di una gravidanza sia durante. La cosa che spesso si consiglia di fare durante i 9 mesi di gestazione è quello di lavorare sul miglioramento della capacità di apertura del perineo, necessaria proprio per l’espulsione del bambino durante il parto, e sulla consapevolezza di contrazione dei muscoli.
La gravidanza spesso rappresenta un fattore di rischio per la muscolatura del perineo perché vi è un aumento di pressione intra addominale e delle sollecitazioni durante il parto, e le inevitabili modificazioni fisiologiche che mettono il perineo a dura prova, come le modificazioni ormonali, i cambiamenti dell’assetto posturale dovuti alla crescita del feto e il peso del bambino che esercita una pressione verso il basso.

Ruolo del pavimento pelvico pre e post gravidanza

Detto questo, poniamo attenzione sul ruolo fondamentale che gioca una valutazione del pavimento pelvico durante la gravidanza e soprattutto dopo. Come dicevamo prima non tutte le donne ne conoscono l’importanza ma spesso la gravidanza e il post parto possono rappresentare un momento in cui la donna prende coscienza che c’è qualcosa che non va andando incontro a:

  • Incontinenza urinaria
  • Ritenzione urinaria(mancato svuotamento della vescica)
  • Disfunzioni sessuali
  • Emorroidi
  • Vaginismo
  • Prolasso degli organi pelvici

Questi elencati sono alcune disfunzioni che possono verificarsi nel caso in cui il pavimento pelvico non sia in buona salute. La prima cosa da fare quindi se riscontriamo uno o più sintomi elencati sopra sia prima che durante che dopo la gravidanza è quella di rivolgersi a un’ostetrica o fisioterapista esperti nella valutazione e riabilitazione del pavimento pelvico, per capire quali sono le cause ed intervenire in modo mirato.

Come prenderci cura del nostro pavimento pelvico

Possiamo però introdurre alcune piccole accortezze per prenderci cura del nostro pavimento pelvico.

  • Non aumentare troppo di peso, evitando cosi di aumentare ancora di più la compressione sul perineo.
  • Contrarre i muscoli perineali prima di compiere uno sforzo come ad esempio sollevare un peso o tossire o starnutire
  • Cercare sempre di tenersi attive praticando sport compatibili con la gravidanza, sono sconsigliati generalmente sport di salto o corsa. Ovviamente ricordate sempre di avere il lasciapassare del vostro medico.
  • Combattere la stitichezza, perché lo sforzo eccessivo durante l’evacuazione non aiuta.
  • Se la gravidanza procede senza alcun problema, non rinunciare all’attività sessuale, le contrazioni vaginali durante il rapporto mantengono tonica la muscolatura del perineo.
  • Durante la gravidanza intorno alla 30 settimana è consigliato iniziare a massaggiare con l’ausilio di un olio corpo, la muscolatura del perineo ( chiedete all’ostetrica durante il corso pre-parto) sarà utile per ammorbidire la zona e renderla più elastica durante il parto.

Allenamento in gravidanza

Prima di iniziare con esercizi specifici rivolgetevi sempre a un professionista, perché non è detto che gli esercizi che vanno bene per una donna vadano bene anche per un’altra. Il vostro perineo è diverso dagli altri e ogni corpo è differente, quindi accertatevi prima di iniziare che sia la cosa giusta da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

(Visited 3 times, 1 visits today)

I NOSTRI PARTNER

  • Mamme in mostra
  • Bim
  • WIND ROSE

    COPYRIGHT © MIMOM MAG

    logo sernicola sviluppo web milano